Cessazione dello stato di emergenza  dal 1 aprile 2022

Cessazione dello stato di emergenza dal 1 aprile 2022

indicazioni per le celebrazioni liturgiche.

Sulla base del decreto-legge 24 marzo 2022, n. 24  che ha disposto la cessazione dello stato di emergenza causato da Covid-19, con conseguente progressivo superamento delle misure di contrasto alla diffusione della pandemia finora in vigore. A seguito dello scambio di comunicazioni tra la Conferenza Episcopale Italiana e il Governo Italiano è stata stabilita l’abrogazione del Protocollo per le celebrazioni con il popolo del 7 maggio 2020 a decorrere dal 1° aprile 2022.

  • obbligo di mascherine: il DL 24/2022 proroga fino al 30 aprile l’obbligo di indossare le mascherine negli ambienti al chiuso. Pertanto nei luoghi di culto al chiuso si acceda sempre indossando la mascherina;
  • distanziamento: non è obbligatorio rispettare la distanza interpersonale di un metro, ma si abbia cura di evitare assembramenti;
  • igienizzazione: si continui a osservare l’indicazione di igienizzare le mani all’ingresso dei luoghi di culto;
  • acquasantiere: si continui a tenerle vuote;
  • scambio di pace: è opportuno continuare a volgere i propri occhi per intercettare quelli del vicino e accennare un inchino, evitando la stretta di mano o l’abbraccio;
  • distribuzione dell’Eucaristia: i Ministri continueranno a indossare la mascherina e a igienizzare le mani prima di distribuire l’Eucaristia preferibilmente nella mano;
  • sacramento della Penitenza: sia amministrato in luoghi ampi e areati;
  • sintomi influenzali: non partecipi alle celebrazioni chi ha sintomi influenzali e chi è sottoposto a isolamento perché positivo al COVID-19;
  • igiene ambienti: si abbia cura di favorire il ricambio dell’aria sempre, specie prima e dopo le celebrazioni. I luoghi sacri, comprese le sagrestie, siano igienizzati periodicamente;
  • processioni: è possibile riprendere la pratica delle processioni.

Leggi l’articolo completo presente nel sito della Diocesi di Vicenza cliccando qui